Domande frequenti – FAQ

Quanto VCI deve essere inserito nell’imballaggio?

 

Bisogna rispettare una distanza minima o un certo lato affinchè il materiale sia efficace?

 

Quasi tutti i prodotti EXCOR sono efficaci su entrambi i lati, significa che ogni lato può essere posizionato verso la superficie metallica. Questo aumenta la sicurezza d’applicazione. Non bisogna osservare una distanza specifica.

 

Cosa succede dopo aver rimosso l’imballaggio VCI?

 

Dopo aver rimosso l’imballaggio EXCOR, i principi attivi di VCI che si trovano sulla superficie si dissolvono completamente entro 1-2 ore. 

 

La carta VCI è meglio della pellicola VCI? Quali sono le differenze?

 

Entrambi i prodotti contengono gli identici principi attivi VCI EXCOR, adattati al rispettivo materiale. Esistono delle differenze di materiale. La carta rilascia il principio attivo VCI più in fretta che la pellicola, però ha una capacità di deposito inferiore. Allo stesso modo, la pellicolaPE ha un effetto barriera contro l’umidità, mentre la carta asciutta assorbe prontamente l’umidità. I prodotti devono essere impiegati secondo la merce da proteggere e le caratteristiche tecniche dell’imballaggio presso il produttore. Saremo lieti di offrirvi la nostra consulenza.

 

I prodotti EXCOR possono essere riutilizzati?

 

Tutti i prodotti EXCOR asciutti e non danneggiati possono essere riutilizzati. Bisogna tener conto delle differenze di materiale tra la pellicola PE, l’espanso e la carta. Poiché VALENO ha una capacità di deposito migliore di, per es. ABRIGO, il film VALENO può essere riutilizzato per diversi anni a seconda delle condizioni di utilizzo. 

 

L’impiego di VCI può causare danni alla salute?

 

Tutti i prodotti EXCOR sono stati controllati da istituti indipendenti e sono stati classificati “fisiologicamente indifferenti” (non mettono a rischio la salute). Tutti i prodotti sono conformi alla classe di pericolo idrico 0. Saremo lieti di mettere a disposizione le perizie.

 

Quanto deve essere chiuso l’imballaggio VCI?

 

Più ermetico è l’imballaggio, maggiore è la protezione anticorrosiva. Gli strappi alla pellicola possono essere sigillati con nastro adesivo. Non è necessario aspirarel’aria o saldare la pellicola. Bisogna comunque evitare le infiltrazioni di acqua nell’imballaggio.

 

Per quanto tempo dura la protezione anticorrosiva VCI?

È possibile raggiungere una protezione anticorrosiva di oltre 10 anni, se l’imballaggio è strutturato in modo che il principio attivo EXCOR non possa fuoriuscire. Più ermetico è l’imballaggio, ad esempio tramite cassa chiusa di legno o metallo, maggiore è l’efficacia della protezione anticorrosiva. Per imballaggi dai quali ci si aspetta una protezione di oltre due anni, EXCOR dovrebbe partecipare alla realizzazione.

 

Come faccio a sapere se i miei prodotti soddisfano i requisiti per la protezione VCI?

 

In caso di dubbio, rivolgersi a EXCOR. EXCOR dispone di molti strumenti di verifica per stabilire come i pezzi  siano da proteggere in modo ottimale. I clienti possono anche provare a confezionare da sé dei pezzi maneggevoli. Provate a imballare pezzi identici contemporaneamente e nelle stesse condizioni, una volta con una pellicola normale e una volta con una pellicola EXCOR. Conservate questi pezzi per qualche giorno all’esterno sotto una tettoia. Se la parte imballata in pellicola normale presenta segni di corrosione e il pezzo imballato in pellicola EXCOR non ne presenta, si può partire dal presupposto che lo stato del pezzo da proteggere adempie ai requisiti per una protezione anticorrosiva VCI EXCOR.

 

Per metalli diversi bisognerebbe impiegare sistemi con principi attivi VCI diversi?

Il processo di corrosione si sviluppa diversamente a seconda del tipo di metallo. Oltre agli usuali sistemi di protezione multi-metalli, EXCOR offre anche sistemi VCI realizzati in base al metallo specifico. Così l’efficacia della protezione anticorrosiva VCI aumenta ulteriormente. I sistemi VCI di EXCOR, a seconda dei metalli, seguono gli obiettivi seguenti:

  • Metalli di ferro: Stabilizzazione dello strato di ossido passivo e miglioramento dei microdifetti.
  • Rame: Formazione di strati di conversione stabili.
  • “su misura”: combinazioni adattate di inibitori ad effetto catodico e anodico sul metallo

 

Quale sistema di principio attivo EXCOR si adatta meglio aquale metallo?

 

 

  • Tipo E: Acciaio, ghisa in acciaio, acciaio semizincato, Cr, Al 4xxx (Si > 7%), ghisa
  • Tipo NE C: Cu, Ottone, Al 2xxx (Cu) und 5xxx (Magnesio) possibile
  • Tipo NE S: Ag, Cu, Ottone, Al 2xxx (Cu) und 5xxx (Magnesio) possibile
  • Tipo MM: Acciaio, acciaio zincato e stagnato, Cu, ottone, alluminio 2xxx (Cu), 5xxx (Mg), 6xx (Mg, Si), 7xxx (Zn), altre leghe Al in base ad accordi, combinazione dei metalli indicati sopra
  • Tipo A: Acciaio, acciaio zincato e stagnato, Cu, ottone, alluminio 2xxx (Cu), leghe MG possibili, ghisa.