Stoccare i metalli correttamente: Protezione sicura dalla corrosione, perfino nello stoccaggio all’aperto

Portati nel magazzino esterno l’anno scorso, ancora impeccabili per essere venduti, nel giro di qualche mese prodotti in metallo poco protetti sono diventati rottami arrugginiti. I tempi di stoccaggio lunghi hanno già rovinato degli imprenditori. Ma tutto questo si può evitare con un procedimento che permette anni di stoccaggio senza corrosione: grazie all’imballaggio!

I metalli ferrosi e gli acciai si distinguono grazie a proprietà straordinarie: in genere sono robusti e resistenti ad alte temperature, ma si possono lavorare a piacere e collegare ad altri raccordi tramite saldature, rivetti o colle. I metalli ferrosi sono minacciati solo dalla corrosione: bastano acqua e ossigeno per provocare questa reazione elettrochimica che comincia a intaccare il metallo. E nello stoccaggio all’aperto è più pericolosa che mai: pioggia, grandine, neve, vento, raggi UV e continue variazioni di temperatura – sia tra il giorno e la notte, sia tra le stagioni – rappresentano sollecitazioni enormi.

Possono resistere per lungo tempo a queste sollecitazioni solo leghe metalliche speciali, per esempio l’acciaio di categoria V4A. I prodotti contenenti ferro stoccati all’aperto, se privi di qualsiasi protezione dalla corrosione o soltanto oliati, verniciati, rivestiti con polveri e zincati, richiedono invece una protezione particolare per resistere a lungo alla minaccia della corrosione. Dato che una semplice protezione dell’imballaggio che impedisca l’ingresso di umidità non funziona, anche solo per la condensazione dell’acqua contenuta nell’aria, servono imballaggi speciali che abbiano la soluzione già dentro di sé. Infatti l’imballaggio e la protezione dalla corrosione si combinano in modo intelligente grazie al VCI (Volatile Corrosion Inhibitor). Inoltre l’azienda produttrice EXCOR integra le sue pregiate sostanze attive VCI, che proteggono dalla corrosione, nel materiale di supporto dell’imballaggio. La destinazione d’uso, la durata necessaria della protezione dalla corrosione e il prodotto metallico da imballare sono i fattori che determinano il materiale di supporto più adatto per l’imballaggio, la sostanza attiva VCI da integrarvi e la sua quantità.

Se la merce è imballata con il prodotto VCI adatto, le sostanze attive VCI incorporate in precedenza nel materiale dell’imballaggio si volatilizzano, si distribuiscono per diffusione nell’aria all’interno dell’imballaggio chiuso e si depositano su tutte le superfici metalliche, formando uno strato monomolecolare invisibile che le protegge dalla corrosione. Così né l’umidità né l’ossigeno dell’aria sono in contatto diretto con la superficie metallica: nessun danno per lo strato primario di ossido, nessuna corrosione! E inoltre, questa protezione gassosa dalla corrosione, prodotta da EXCOR, raggiunge e protegge dalla ruggine anche le cavità. E perfino se l’imballaggio resta aperto per breve tempo non ci sono conseguenze negative, perché l’atmosfera protettiva dei VCI si rigenera. Se le sostanze attive EXCOR restano nell’imballaggio VCI nelle modalità prescritte, si può ottenere una protezione dalla corrosione efficace per decenni, perfino in condizioni estreme come quelle dello stoccaggio all’aperto.


La protezione dalla corrosione richiede cura, soprattutto nello stoccaggio all’aperto!

“Visti i requisiti impegnativi posti dallo stoccaggio all’aperto. bisogna però procedere con molta cura”, spiega il Dr. Frank Faßbender, direttore della EXCOR Korrosionsforschung GmbH, Dresda. “Si tratta in primo luogo di pulire in modo non aggressivo il prodotto metallico dopo la sua realizzazione, quindi di stabilire con competenza quale sia la protezione dalla corrosione VCI EXCOR più efficace per ciascun metallo e naturalmente anche di eseguire con cura l’imballaggio impermeabile. Per ogni stoccaggio di lunga durata bisogna inserire nell’imballaggio una quantità adeguata di VCI.”

Per la protezione dalla corrosione nello stoccaggio all’aperto vanno considerate solo le pellicole durevoli e impermeabili. È il caso per esempio della “Valeno Campo”, prodotta dalla EXCOR. La sua sostanza attiva VCI che protegge dalla corrosione si volatilizza secondo la necessità dalla matrice polimerica del materiale di partenza, polietilene o polipropilene, e garantisce, se usata in modo professionale, una protezione dalla corrosione per anni. Per prolungare in modo mirato l’effetto protettivo si possono accompagnare le merci metalliche con i prodotti EXCOR come l’erogatore VCI BALESO o le cosiddette capsule EMIBO. Così si può ottenere una protezione dalla corrosione lunga anche 15 anni, perfino nello stoccaggio all’aperto. E quindi evitare imprevisti e danni economici.

Naturalmente anche nello stoccaggio all’aperto è necessario creare le migliori condizioni possibili per la protezione dall’esterno: se manca un tetto, bisogna almeno adottare misure di protezione per escludere fattori pressoché imprevedibili come tempeste, carichi di neve o azioni meccaniche dirette sulle merci imballate.